Ho scritto questa canzone lunedì 15 novembre del 2004 alle ore 17 nella Baia Flaminia di Pesaro. L’avevo sempre vista piena di giovani in spiaggia che giocavano a palla e a racchettoni. La fila al baracchino delle piade e i surf in mare. La baia  in autunno era deserta, con le barche ritirate sotto l’imponente promontorio e il silenzio spezzato solo dal canto dei gabbiani.

 

Se vedessi la baia ora

testo e musica di Andrea Parodi

 

Se vedessi la Baia ora
L’hanno ripulita
Non ci sono barche in mare
E la spiaggia è dei gabbiani

E i sogni sono solo sogni
E i venti, perfino i venti hanno un nome

Se vedessi la Baia ora
C’è la luce del tuo libro
La legna nel camino
C’è una valigia da rifare

E i sogni sono solo sogni
Cantù è lontana, più di una settimana

E il tempo scorre lento
Nei pomeriggi di novembre
Natale si avvicina
E vorrei poter restare

E i sogni sono solo sogni
E tu, tu non sei più tu

Se vedessi la Baia ora…

 


Credits

Andrea Parodi – vocals
Angie – bass
Brannen Temple – drums
Alex Kid Gariazzo – acoustic guitars
David Bromberg – slide electric guitars
Radoslav Lorkovic – wurlitzer, accordion
Claudia Buzzetti – vocals


"Se vedessi la baia ora" è la traccia n.06 dell'album Andrea Parodi Zabala

Siti Consigliati

 

Pomodori Music

Buascadero Day 

Townes Van Zandt International Festival
AppaloosaRecords 

Social Network

       

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.